Crostini neri? Ecco la versione chianina

Crostini neri? Ecco la versione chianina

Crostini neri? Ecco la versione chianina

Il “crostino nero” toscano o altrimenti conosciuto come “crostino con i fegatini”, ha migliaia di versioni, quasi una per zona, se non addirittura per famiglia. Tutti i pranzi domenicali, degni di chiamarsi tali, si aprono rigorosamente con i crostini neri, quasi come un rito sacro. Mettersi però a disquisire su quale sia la ricetta autentica, è davvero impossibile. Per questo abbiamo deciso di proporvi la versione della Valdichiana Senese.

La ricetta chianina prevede alla base un soffritto di sedano e cipolla alla quale poi andare ad aggiungere i fegatini tagliati in piccoli pezzi. A questo punto aggiungete ai fegatini capperi e pasta d’acciughe così da definire ancora di più il sapore. Fare rosolare il tutto portandolo a cottura per poi passare il composto con il passa verdure. Et voilà, il risultato sarà un’invitante mousse da spalmare sopra sul pane appena tagliato.

La particolarità della ricetta della Valdichiana Senese sta proprio nel tocco finale. Prima di servirli in tavola, infatti, le massaie chianine bagnano i crostini con un cucchiaio di brodo di pollo caldo, così da ammorbidire ed insaporire il crostino, per rendere l’antipasto ancora più appetitoso.

Pensavate di conoscere tutte le versioni? Be’, probabilmente adesso si. Non vi resta che provarla.